giovedì 23 ottobre 2008

Scuola di polizia


"Davanti a una protesta per la riforma della scuola che si allarga in tutt'Italia e coinvolge studenti, professori, presidi e anche rettori, il Presidente del Consiglio ha reagito annunciando che spedirà la polizia nelle Università, per impedire le occupazioni. La capacità berlusconiana di criminalizzare ogni forma di opposizione alla sua leadership è dunque arrivata fin qui, a militarizzare un progetto di riforma scolastica, a trasformare la nascita di un movimento in reato, a far diventare la questione universitaria un problema di ordine pubblico, riportando quarant'anni dopo le forze dell'ordine negli atenei senza che siano successi incidenti e scontri: ma quasi prefigurandoli...Se ci fosse un calcolo, le frasi di Berlusconi sembrerebbero pensate apposta per incendiare le Università, confondendo in un falò antagonista i ragazzi delle scuole (magari con il diversivo mediatico di qualche disordine) e i manifestanti del Pd, sabato. Ma più che il calcolo, conta l'istinto, e soprattutto la vera cifra del potere berlusconiano, cioè l'insofferenza per il dissenso...
...Lo testimonia l'attacco ai giornali e alla Rai fatto da un Premier editore, proprietario di tre reti televisive private e col controllo politico delle tre reti pubbliche, dunque senza il senso della decenza, visto che a settembre lo spazio dedicato dai sei telegiornali maggiori al governo, al suo leader e alla maggioranza varia dal 50,17 per cento all'82,25. Forse Berlusconi vuol militarizzare anche la libera stampa residua. O forse "salvarla", come farà con le banche."

(Se il dissenso è un reato di Ezio Mauro - La Repubblica)

15 commenti:

and ha detto...

basta poi guardare la tv per vedere come stanno trattando le proteste...non solo il tg4...un vero schifo...

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Si...è uno schifo veramente.
Un saluto

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

C'è di peggio.... le dichiarazioni di Cossiga rilasciate oggi dove sembra ad un quotidiano abbia dichiarato sul Quotidiano Nazionale di oggi che Maroni non dovrebbe agire con la Polizia ma infilltrare agenti disposti a tutto far sfasciare negozi e nascere la violenza e poi a furor di popolo attaccarli e pestarli per bene....

No comment. Resto allibito.

Maurone ha detto...

Immagino che Maroni si sia risentito alle esortazioni di Berlusconi e Kossiga... ovviamente non per il merito, ma per il metodo.. lui non si fa certo pregare a manganellare chicchessia, ma il ministro è lui, cioè gioco è suo e decide lui quando dare sfogo ai suoi arditissimi sbirri....

Alligatore ha detto...

Siamo il paese dei divieti e del grigio ordine. Ma quel tale non diceva di essere il campione del liberalismo festaiolo con tanto di bandana e ragazze attorno? Bel paradosso...

guccia ha detto...

Io a Genova c'ero e so sulla mia pelle cosa significa questo tipo di repressione. Finalmente l'opinione pubblica la pianterà di dire che "però nel corteo c'erano anche dei teppisti che hanno approfittato della situazione"... sì, i carabinieri.
Il PD non è un'opposizione sufficiente a questo stato militarizzato. Perché della manifestazione dell'11 ottobre non ne ha parlato nessuno (giornali berlusconiani a parte, ovviamente)?

3my78 ha detto...

La locandina è veramente "azzeccata".
Ciao e buona giornata

Pupottina ha detto...

oggi ha già cambiato versione....

la vignetta però rappresenta l'amara realtà della situazione...
vogliono distruggere la scuola e la cultura...

Anonimo ha detto...

verranno pure
nelle elementari
a pestarci....

robidandito

Pino Amoruso ha detto...

Il pagliaccio ha ritrattato...

l'incarcerato ha detto...

Berlusconi poi come al solito si rimangia tutto, ora dice che farà qualche punizione scherzosa, poi c'è Cossiga che rivela come lo Stato ha sempre agito nei confronti dei movimenti che fanno paura.

Al di là di tutto questo, il movimento è così imprevedibile che sono sicuro si allargherà ancora di più. E Berlusconi la smetterà di fare le solite battute...

beatrice ha detto...

Chiamerei la riforma: Un poliziotto alle elementari!

Giovanni Greco ha detto...

Ciao! ti di fare uno scambio link?
Se sei d'accordo contattami...
[Re]write di Giovanni Greco
http://www.giovannigreco.eu

Silvia ha detto...

@and e schiavi o liberi: qui un giorno dicono una cosa, il giorno dopo ritrattano e ne dicono un'altra...Io mi sento un pò presa per i fondelli, ma giusto un pò eh!

Un saluto a voi...

@Daniele: sì ho letto...Cossiga ha lasciato senza parole anche me :-/

@Maurone: infatti, non c'è bisogno che lo esortino gli altri...

@Alligatore: sì, liberalismo solo per quel che riguarda lui...

@Guccia: posso solo immaginare come dev'essere stato...Sono completamente d'accordo con te!

Silvia ha detto...

@3my78: quando l'ho vista mi ha fatto morire...Azzeccatissima!

@Pupottina: ha avuto il coraggio di ritrattare sì...
Come ha detto la Littizzetto ieri sera: "possibile mai che TUTTI non abbiamo capito quello che Berlusconi voleva dire?"

@Robidandito: spero proprio di no :)

@Pino Amoruso: da lui mi aspetto questo ed altro...Pagliaccio davvero!

@L'incarcerato: ride bene chi ride ultimo!

@Beatrice: ci stà :)

@Giovanni: benvenuto! Appena ho un attimo passo da te :)