sabato 25 agosto 2007

Ripalimosani...che sorpresa!






















Serata da favola, di quelle non programmate che però sono sempre le più belle...in più ho scoperto questo delizioso paesino,tanto piccolo ma da sogno!Sembrava quasi che lì il tempo si fosse fermato,gustando un gelato su una panchina...aleggiava un'aria serena e mite,un'atmosfera avvolgente.
Quest'estate,dopo anni, ho avuto il piacere di rimanere qui e di conoscere un pò meglio la mia terra,il Molise...davvero niente male!!!

venerdì 24 agosto 2007

giovedì 23 agosto 2007

Lillo...

...l'adorabile felino che mi accompagna per la maggiorparte del tempo in cui sono in casa...allietando le mie ore di studio con i suoi "agguati" e le sue buffissime marachelle...
anche se non bisogna farsi ingannare dall'apparente dolce musetto,é una PESTE!!!

"La musica"

Spesso la musica mi porta via come fa il mare.
Sotto una volta di bruma o in un vasto etere
metto vela verso la mia pallida stella.

Petto in avanti e polmoni gonfi come vela
scalo la cresta dei flutti accavallati
che la notte mi nasconde;

sento vibrare in me tutte le passioni
d'un vascello che dolora, il vento gagliardo,
la tempesta e i suoi moti convulsi

sull'immenso abisso mi cullano.
Altre volte, piatta bonaccia,
grande specchio della mia disperazione!

Charles Baudelaire

martedì 14 agosto 2007

Tempo...

"Laggiù in fondo sta la morte, ma niente paura. Afferra l’orologio con una mano, prendi con due dita la rotellina della corda, falla girare dolcemente. Adesso si apre un altro periodo, gli alberi dispiegano le loro foglie, le barche corrono le loro regate, il tempo come un ventaglio si sta empiendo di se stesso, e da esso sgorgano l’aria, le brezze della terra, l’ombra di una donna, il profumo del pane.Che vuoi di più, che vuoi di più? legalo presto al tuo polso, lascialo battere libero, fa di tutto per imitarlo. La paura arrugginisce le àncore, ciascuna delle cose che si potevano raggiungere e che furono dimenticate sta corrodendo le vene dell’orologio, incancrenendo il freddo sangue dei suoi piccoli rubini.E laggiù in fondo sta la morte, se non corriamo ed arriviamo prima e non comprendiamo che non ha più nessuna importanza."

Julio Cortàzar “Storie di cronopios e di famas”- istruzioni per caricare l'orologio

sabato 11 agosto 2007

venerdì 10 agosto 2007

Esplorando il Molise...

Ieri,io e Michele,siamo andati ad Ururi...è stata proprio una bella giornata...abbiamo visto la carrese, fatto qualche foto qua e là,ammirato favolosi campi di girasoli(io non ho resistito e ne ho rubato uno) e dopo una deliziosa cenetta a casa di amici abbiamo ascoltato un concertino di musica albanese, essendo loro una popolazione arbereshe...per concludere, sulla strada del ritorno,siamo passati proprio sotto delle mastodontiche pale eoliche che al buio, contrastando il vento,emettevano suoni davvero suggestivi...adoro esplorare paesi e conoscere culture e tradizioni diverse!

martedì 7 agosto 2007