sabato 30 maggio 2009

...




Dopo questo lungo periodo di astinenza da blog rieccomi qui tra voi!
Vi ho pensati spesso ma non ho avuto a disposizione Internet e da quando sono tornata, oltre a sistemare casa ed il resto, ho dovuto riordinare anche un pò le idee. La mia permanenza a Siena è stata deliziosa, naturalmente grazie alla speciale accoglienza di Michele e del suo amico/coinquilino Marchino...
Eccovi la mia giornata tipo dell'ultimo mese: sveglia alle sette, colazione abbondante, corsa alla fermata del Pollicino (direzione biblioteca della facoltà di Lettere), mattinata di studio. Alle dodici e trenta riunione con un gruppo di amici per andare a mensa (la grande mensa Bandini!). Dopo pranzo caffè al bar Romana, io semplice con tanto di cioccolatino, rigorosamente alto e al vetro per Michele. Nel pomeriggio di nuovo studio, con qualche pausa qua e là (soprattutto nelle belle giornate il giardino adiacente alla biblioteca è stato una continua tentazione), fino alle sette...Qualche aperitivo all'ex pub australiano (con del buon vino o al massimo della birra) e finalmente a casa! Dopo gionate così piene siamo riusciti a stento a vedere qualche bel film per poi crollare dalla stanchezza.
Abbiamo rimesso a nuovo ed inaugurato il terrazzo di casa anche per la stagione estiva di quest'anno e non sono mancati pranzetti e cenette in ottima compagnia.

Per la Festa della Liberazione siamo andati al Festival Resistente a Grosseto (due giorni di musica, teatro e immagini dedicati alla Resistenza) dove i Vincanto hanno presentato uno spettacolo di alcuni brani della Resistenza e canti di lotta e di lavoro. Personalmente, ho gradito soprattutto lo spettacolo pomeridiano dedicato ai bambini con un cantastorie munito di marionette, clown e giocolieri. Con rammarico ho dovuto constatare che tra le persone che hanno partecipato al festival i giovani della mia età erano in netta minoranza...

Ho partecipato ad un incontro dell'Arcipelago ŠCEC (Solidarietà ChE Cammina) per capire meglio questa "nuova filosofia" ed alla fine ho deciso di aderire e dar fiducia al progetto che ci propone di passare dall'economia della distruzione (Denaro creato con tasso interesse) all'economia del Donare attraverso lo SCEC che non rappresenta altro che un metro della Solidarietà ChE Circola in una comunità che ha scelto di rinunciare ad una percentuale del prezzo pagato con il Denaro. Date un'occhiata al sito, ne vale la pena!

Come ho già detto non sono mancati i film. Tra quelli che ho più gradito: Uccellaci e Uccellini (1966) di Pier Paolo Pasolini, La Zona (2007) diretto da Rodrigo Plà, Paradise Now (2005) di Hany Abu-Assad che racconta gli ultimi due giorni di vita di due kamikaze palestinesi ed in fine cinque documentari di Riccardo Iacona sui più disparati argomenti/problemi d'attualità tanto per tirarci sù di morale.
Al cinema invece siamo andati a vedere Che - l'Argentino di Steven Soderbergh ed è mancato poco che ci addormentassimo in sala. L'interpretazione di Benicio Del Toro (benchè fiscamente somigli molto al Comandante) è stata a mio avviso alquanto mediocre. Il film scorre poco e si sofferma troppo su particolari irrilevanti...Tuttavia mi manca ancora la seconda parte (Che - Guerrilla).
Ieri sera invece, ho visto con mio fratello ed alcuni amici il film Si può fare (2008) di Giulio Manfredonia con Claudio Bisio, ve lo consiglio vivamente...E' un'esilarante commedia -che lascia spazio anche alla riflessione- ambientata nella Milano dei primi anni '80 dopo la chiusura dei manicomi con la legge Basaglia.

Per quanto riguarda la lettura, sto per finire L'ottava vibrazione di Carlo Lucarelli. Il romanzo è ambientato nella Massaua del 1896. Lucarelli intreccia storie di amori, tradimenti e perversioni con molta abilità...Il tutto mentre il colonialismo italiano si avvia verso la sua più clamorosa sconfitta: la battaglia di Adua. Ho finto invece per motivi di studio (ma non per questo li ho letti con meno piacere) La Tregua di Primo Levi e Cristo si è fermato a Eboli di Carlo Levi del quale avevo già avuto la fortuna di apprezzare la bellissima versione cinematografica del 1979 diretta Francesco Rosi.

Beh...Per grandi linee penso di avervi parlato di tutto, sicuramente dimentico qualcosa, ma avrò tempo per rimediare. Vi lascio con un piccolo regalino che con la bella stagione sono certa sarà di vostro gradimento: la ricetta della sensazionale granita al limone di mia nonna che tuttora sta riscuotendo grande successo in quel di Siena...

Ingredienti:
mezzo litro d'acqua, 200 grammi di zucchero, 3 limoni

Procedimento:
mettere acqua, zucchero ed il succo dei tre limoni in una pentola, grattuggiare la buccia di un solo limone ed aggiungerla al resto. Portare il tutto ad ebollizione e mettere in congelatore per almeno dodici ore. Quando la granita sarà congelata per servirla basterà "grattare" la superficie con un cucchiaio.

Buona granita a tutti!

23 commenti:

Paul Gatti ha detto...

Ben tornata, chiunque tu sia...

NêZ ha detto...

Beh ho saputo che la granita ha avuto effetti devastanti, staccamenti facciali, mal di testa da freddo, ma che era molto buona!! ;)
Ottima descrizione della giornata tipo, assomiglia molto alla mia ma mi sveglio quasi due ore dopo. Ciao!!

Silvia ha detto...

@Paul Gatti: benvenuto chiunque tu sia :)

@NeZ: ora che mi ci fai pensare ho dimenticato di aggiungere a fine ricetta le "indicazioni per l'uso"!

Modestamente so che la mia granita è irresistibile ma bisogna mangiarla lentamente, mi raccomando! Non vorrei avervi sulla coscienza ;P

Un saluto e buona domenica a te cara...

sR ha detto...

bentornata!
e grazie della ricetta!

Chit ha detto...

Ma non avevi detto che eri a Siena per relax!?!? :-D
Bentornata Silvia, felice di leggerti e contento che siano state belle giornate condivise con belle persone.
Un abbraccio e buona domenica ;-)

Alligatore ha detto...

Bentornata Silvia, ci fa piacere risentirti in gran forma. A parte il giudizio sul film sul Che, che io ho gradito molto, sottoscrivo tutto. Quanto ai giovani, non preoccuparti: io è da una vita che alle varie assemblee/feste/manifestazioni politico/socio/culturali-ecc. sono sempre il più giovane. Anche oggi, che sono tra i 35 e 40, sono quasi sempre il più giovane. Del resto, solo andando controcorrente possiamo alzarci in volo ...

Lucien ha detto...

Bentornata Silvia.
Anche mio figlio e un'altra Silvia che nutrono ammirazione sconfinata per il Che si sono quasi addormentati.

and ha detto...

bentornata!

appena posso ti mando anche io una ricetta. super nordica da un nordico che non ama molto il nord.

Silvia ha detto...

@sR: grazie mille a te! Poi fammi sapere se ti è piaciuta, mi raccomando...

@Chit: ho cercato di unire utile e dilettevole :)

...Io sono felice di essere finalmente riuscita a ritornare qui tra voi!

Un abbraccio a te e buon inizio settimana!

@Alligatore: grazie...Passerò a leggere il tuo giudizio sul film, sono curiosa di sapere il tuo punto di vista.

Sempre controcorrente! :D

@Lucien: grazie anche a te.
...Allora non sono la sola a non aver gradito il film :)

@and: attendo la tua ricetta super nordica =)

Vedi che sono una buona forchetta eh!

Alligatore ha detto...

Già, sono sempre in minoranza... però uno al quale è piaciuto l'ho trovato. Vi linko il suo pezzo: http://looponline.info/index.php/cinema/88-che-largentino
p.s.
Siamo in attesa della ricetta supernordica di And. Cosa sarà? Lo strudel?

indierocker ha detto...

ben tornata!!!

Le Favà ha detto...

Passo per lasciarti un abbraccio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Bentornata!!!! Film di Pasolini, ricette, pensieri a ruota libera. Un post davvero in grande stile.

JAENADA ha detto...

Il film sul Che? Si,l'ho visto...credo...o forse me lo sono sognato? :)

Bentornata.

Maurone ha detto...

Sei molto più aggiornata culturalmente di me.. beata gioventù!!
Un bacio a te che non ti sentivo da tempo!!

Pupottina ha detto...

ciao cara silvia,
le segreterie universitarie danno sempre problemi e combinano sempre casini.... chissà come mai? forse scelgono male il personale .... eheheheheh... è vero queste cose succedono poi quasi sempre quando si è sotto esame....
ricordo che anche io quando ero all'Università me ne combinavano di tutti i colori!!!
sopravviverai... ;-)
Buon giovedì!

Giovanni Greco ha detto...

Ciao!
Vorrei proporti uno scambio link, se sei d'accordo contattami.
[Re]write di Giovanni Greco
http://www.giovannigreco.eu

AmosGitai ha detto...

Ben tornata... per rimanere?

progvolution ha detto...

Quanti input!
Ai quali aggiungo solo la "pulce" che la granita più goduriosa è quella al caffè (con panna e brioche)...
Sussurri obliqui

Barbara ha detto...

Torno a leggerti, con il solito entusiasmo. Apprendo che sei stata dalle mie parti, nella mia adorata Maremma. Ti abbraccio, a presto

valeria ha detto...

..non entro su blogspot da secoli..un saluto veloce, a presto!

dirtyshirt ha detto...

ammetto di aver scippato furtivamente le grandi linee della ricetta della granita appesa sul frigo....e mi ci so fatto male.... :D a presto, ciauz

MaryA ha detto...

Si ragazzi devo confermare, è sparita dal radar, stavo per chiamare "Chi l'ha visto?" UHUHUHUHUH =D

InI*°*°*